Il meglio dello streetwear 19-25 settembre 2020: Fear of God, Nike, Gucci

Salutiamo questo mese con un meglio dello streetwear 19-25 settembre 2020 a dir poco pazzesco. Curiosi di scoprire tutte le novità?

Se la scorsa settimana avevamo visto diverse collaborazioni interessanti e ben riuscite, come fragment design x Jordan Brand, Off White x Stussy e Converse x A COLD WALL. Vi anticipiamo già che in questo nuovo appuntamento del meglio dello streetwear ci saranno sorprese davvero sorprendenti da farvi rimanere incollati alla sedia (se leggete seduti!) fino alla fine. Ovviamente non vi sveliamo nulla! Allora, pronti per partire con questo meglio dello streetwear 19-25 settembre 2020?

1 – Vision of Super x Colmar: lo streetwear conquista il mondo fashion

Partiamo subito con una capsule degna di essere raccontata per quanto entusiasma e appassiona: Vision of Super x Colmar. Dedicata a Millennials e Gen Z, agli amanti del rap, della trap e della cultura underground e contemporanea, vive del fascino tradizionale di Colmar ma arricchito da tocchi più urban e contemporanei, tipici di Vision.  La capsule collection è composta da felpe, giacche, pantaloni, magliette, cappelli e uno zaino, il tutto declinato in tre diverse varianti di colore. Ma ovviamente la cosa che non poteva mancare sono le iconiche fiamme di VOS, che caratterizzano i singoli capi, rendendoli unici e inconfondibili.

2 – Off White x Nike: ecco le nuove Air Zoom Tempo NEXT%

Passiamo ora ad un’altra capsule che ci ha fatto letteralmente sognare. Stiamo ovviamente parlando della fantastica Off White x Nike per delle sneaker senza precedenti, le Air Zoom Tempo NEXT%. Già da tempo eravamo a conoscenza di una possibile liaison tra i due brand e purtroppo ancora oggi non abbiamo dettagli su data di release o altro. Non ci resta solo che aspettare e ammirare in anteprima le protagoniste. Che ne pensate, top o flop?

Ma non è finita qui: Nike questa settimana ci ha deliziato anche con un paio di sneakers realizzate in collaborazione con Slam Jam, disponibili a partire dal 3 ottobre. Le Nike Slam Jam Dunk potremmo definirle come scarpe sovversive, che mischiano lo stile street di Slam Jam con il design pulito e super grintoso di Nike. Abbiamo sovrapposizioni di leather e suede sulla tomaia e di grigio, bianco e nero sulla scelta cromatica.

Nike Slam Jam Dunk grey
Nike Slam Jam Dunk black & white

3 – Fear of God x Zegna: finalmente disponibile la Fall 2020 collection

Non so se vi ricordate ma tempo fa avevamo già parlato della Fear of God x Zegna Fall 2020 collection, chiedendoci quando sarebbe arrivata. Ecco finalmente quel giorno è arrivato e noi possiamo goderci tutta la bellezza della loro collezione. Ci sarebbero da scrivere parole su parole per descrivere l’eleganza, la maestria, l’artigianalità e lo stile di questa unione artistica, ma purtroppo non abbiamo troppo spazio a disposizione. Ci basta dire che poche combo sono così perfette e ben amalgamate tra di loro, dove gli stili e le personalità si fondono senza discrepanze, creando non solo capi, ma vere e proprie opere d’arte da ammirare. Guardare per credere:

4 – Supreme x Joel-Peter Witkin: streetwear e arte dialogano insieme

Secondo voi nel meglio dello streetwear 19-25 settembre 2020 potevamo non inserire Supreme e la sua collaborazione introspettiva ed artistica col talentuoso fotografo Joel-Peter Witkin?Anche qui troviamo manifestazioni di arte vera, che a vederla lascia quella sensazione di sublime e di incanto inesprimibile a parole. La capsule collection è composta da una felpa con cappuccio e due t-shirt, declinate in colori accesi e vivaci e dominate da stampe grafiche. La cosa interessante di questi capi sono proprio le grafiche che ritraggono tre delle immagini-fotografie dell’artista Joel-Peter Witkin, ovvero “Mother and Child”, “Harvest” e “Sanitarium”. E sono le grafiche le vere protagoniste della capsule perché ci parlano senza filtri presentandoci una realtà a cui non siamo abituati.

View this post on Instagram

Joel-Peter Witkin/Supreme. 09/24/2020 American artist Joel-Peter Witkin is renowned for creating imagery which disrupts conventional notions of mortality, desire and spirituality. Drawing from a wide range of sources — including early photographic history and Daguerreotype techniques, religion, and painting ranging from Caravaggio and Giotto to Picasso and Balthus — Witkin develops elaborate, surreal scenes that feature people often relegated to society’s margins, as well as cadavers and dismembered limbs. Born in Brooklyn in 1939, Witkin’s dark sensibilities were formed during childhood. He witnessed a fatal car accident at a young age in which a girl was decapitated. Growing up he collected news clippings about outcasts and illnesses; as a teen in the mid-1950s, used his first camera to document Coney Island sideshow performers. In the 1960s, Witkin served as a photographer during the Vietnam War. After being honorably discharged he became the official photographer for “City Walls, NYC”; an organization that produced murals throughout the five boroughs. He studied sculpture at Cooper Union in 1974 and was granted a fellowship in poetry from Columbia University. In 1976 he moved to New Mexico, and earned a MFA in photography from the University of New Mexico in Albuquerque, where he currently lives and works. Witkin employs a variety of techniques in creating his images — piercing and scratching the negatives, and experimenting with various techniques during the printing process. By centering and eroticizing deformity and the macabre, Witkin’s transgressive images challenge the viewers’ perceptions of beauty. Witkin has said his work, "reflects the insanity of life." This fall, Supreme will release a collection featuring three of Joel-Peter Witkin’s images: Mother and Child (With Retractor, Screaming), Harvest, and Sanitarium, which inspired Alexander McQueen’s iconic “Asylum” presentation in 2001. The Supreme collection features a Hooded Sweatshirt and two T-Shirts. Available September 24th. Available in Japan September 26th.

A post shared by Supreme (@supremenewyork) on

5 – Gucci x The North Face: pronti per la capsule dell’anno?

Ve lo avevamo detto all’inizio che questo meglio dello streetwear sarebbe stato senza precedenti. La varietà di brand di cui stiamo trattando, di release e collaborazioni geniali, e infine di contaminazioni è alquanto interessante. Non perdendo tempo, qui vi ripetiamo la notizia di qualche giorno fa della prossima collaborazione tra Gucci e The North Face. Non c’è molto da dire al riguardo perché non abbiamo ancora dettagli precisi, ma possiamo solo immaginare quanto sarà creativa una combo così ricca di contrasti e contaminazioni.

View this post on Instagram

#TheNorthFacexGucci

A post shared by Gucci Official (@gucci) on

E anche per oggi la nostra carrellata del meglio dello streetwear termina qui ma come sempre vogliamo sapere qual è stato il vostro preferito tra brand e collaborazioni: fatecelo sapere qui sotto nei commenti e seguiteci sul nostro profilo Instagram per il nostro appuntamento del sabato sulla classifica del meglio dello streetwear, per nuove curiosità e aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *