Jordan Brand x Dior: Cosa pensiamo della collaborazione dell'anno

Jordan Brand x Dior è la collaborazione dell’anno. Ma cosa ne pensiamo noi in redazione? Ecco uno sguardo approfondito sulla collezione 2020.

Se il 2019 si è chiuso con il suo spettacolare – e inaspettato – annuncio, il 2020 si è aperto con nuove conferme, informazioni e dettagli riguardo quella che si preannuncia essere – quasi a mani basse, azzarderemmo – la collaborazione dell’anno. Stiamo ovviamente parlando di Jordan Brand x Dior: l’unione di due marchi emblematici dello streetwear e dell’alta moda ha mandato in cortocircuito gli appassionati di tutto il mondo.

In principio c’erano i rumors, poi l’annuncio di una Air Jordan 1 Hi OG, poi le prime immagini della sneaker, quindi i primi dettagli su quantità e prezzi – il numero di paia corrisponde al prezzo in euro, 2.000, ma i più ingordi possono già recuperarla su StockX ad un minimo di 15x il prezzo di retail -, e per finire la bomba. La collaborazione non si limiterà infatti solo alla sneaker, ma comprenderà un’intera capsule collection di appareal che unisce le peculiarità, lo stile e l’heritage di entrambi i brand.

Un’intera capsule da leccarsi i baffi

Insieme alla Air Jordan 1 – annunciata anche in versione Low -, Jordan Brand e Dior hanno dato vita ad una linea che comprende abiti in lana, blazer sportivi, il classico bomber jacket MA-1 di Jordan, shorts in seta, felpe in suede, maglioni in cashmere, camicie, polo e pantaloni. Presenti anche accessori in pelle, tra cui un portafogli, oltre ad un bob hat, collane, cravatte jacquard e sciarpe in seta. Tutti i capi arrivano dalla scuola sartoriale made in Italy, e si contraddistingono per una cura maniacale dei dettagli, caratterizzati da elementi di design iconici che appartengono ad entrambi i brand. Bottoni con il loro Air Dior, il Jumpman e le iniziali CD e il leggendario motivo obliquo di Dior perfezionano il look minimalistico, pulito ed elegante dei capi: una scelta che incarna una presa di posizione forte, che si allontana dal’eccentricità dello streetwear degli ultimi anni per incarnare invece una classe senza tempo, che si dimostra applicabile anche al mondo squisitamente urban.

Il testimonial d’eccezione che ha accompagnato il primo sguardo ai capi della collezione è Travis Scott. Il rapper americano, ormai beniamino dello Swoosh, nonché firma dietro alcune delle release più quotate dell’ultimo anno, diventa quindi il volto di una collaborazione epocale, un punto di svolta tanto per il brand statunitense quanto per la casa di moda parigina.

Dior e Nike matrimonio “surreale”?

La capsule Jordan Brand x Dior è in arrivo il prossimo aprile, ma anche le modalità di vendita si rivelano uniche, in piena linea con l’eccezionale natura della collaborazione: non sarà acquistabile presso i retailer Nike ma solo in alcuni negozi Dior selezionati, oltre che in alcuni pop-up che verranno allestiti in occasione della release. Ad esclusione delle sneaker, non è ancora stato rivelato il prezzo di nessuno dei capi della linea. Sembra, però, che non sarà affatto facile portarsi a casa un pezzo di questa joint venture che, una decina d’anni fa, sarebbe sembrata impossibile, se non addirittura surreale.

View this post on Instagram

Jordan x Dior

A post shared by WALF FOOTWEAR (@walf.footwear) on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *