Supreme x Dickies

Tute, giacche e pantaloni da lavoro diventano streetwear grazie alla nuova collaborazione firmata Supreme x Dickies, che porta l’estetica del workwear vintage nel mondo dello skate

Dopo la collaborazione con The North Face e quella con WTAPS, la collezione autunno inverno 2021/2022 di Supreme si allarga grazie alla collaborazione con il brand di workwear Dickies. La collaborazione Supreme x Dickies presenta una serie di capi da lavoro dall’estetica vintage reinterpretati in chiave moderna con nuove varianti di colore.

Scopriamo Dickies, il brand workwear dal 1922

Da quasi cento anni Dickies propone capi da lavoro caratterizzati dalla cucitura trapuntata, ideale per l’abbigliamento destinato ai lavori pesanti. Il brand è famoso in tutto il mondo per i suoi pantaloni da lavoro in twill 874, realizzati in tessuto misto poliestere e cotone per essere ultra resistenti e adatti a qualsiasi mestiere.

La cucitura trapuntata e il pantalone in twill 874 negli anni sono stati presi in prestito anche dal mondo dello skate e con questa collezione Supreme e Dickies vogliono celebrare la fusione di questi due mondi, proponendo capi con un design rinnovato.

Tutti i capi della collezione Supreme x Dickies

La capsule collection presenta giacche, pantaloni Double Knee Painter e tute da lavoro in denim. I capi riprendono la classica cucitura trapuntata dei capi da lavoro firmati Dickies.

Tute Supreme x Dickies

I colori scelti per la collezione sono quattro. Il blu jeans e il nero come colorazioni classiche, accompagnate da denim mimetico e da un rosa shocking che spezza il mood classico della collezione.

Giacche Supreme x Dickies

I Double Knee Painter Pants riprendono le linee dei pantaloni da lavoro in twill 874 e si aprono sul lato esterno grazie alle cuciture in velcro. Su tutti i capi è presente una piccola etichetta cucita in tessuto con i loghi Dickies e Supreme.

Pantaloni

Release date

La capsule collection sarà disponibile sullo shop online di Supreme e in tutti gli store a partire da giovedì 23 dicembre.


Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *