YEEZY, Travis Scott, Golf Wang: Le collaborazioni rap del 2019/2020

In questi anni sono sempre di più le collaborazioni tra rap e mondo del fashion. YEEZY, Travis Scott e Golf Wang in primis. Ecco cosa vedremo quest’anno.

“L’abito non fa il monaco”. O forse sì. Non vogliamo smentire gli appassionati di vecchi adagi ma i tempi corrono e le mode cambiano. I monaci della filosofia, perennemente sospesi tra il realismo dell’essere e l’inganno dell’apparire, se ne facciano una ragione. Oggi la forma volutamente esibizionista prevale sulla sostanza, soprattutto se parliamo di trend giovanili. Essere, per apparire. In poche parole, rap e fashion a braccetto, vestirsi per distinguersi.

Trap, rap, hip pop, chiamateli come volete. Movimenti nati come subcultures ed ora imperanti negli iPhone e nei dress code dei più e meno adolescenti. Musica come chiavistello per infiltrarsi nelle pieghe dei grandi marchi, artisti che pensano un disco o un’uscita abbinandoli ad un nuovo prodotto, debitamente firmato o, perché no, disegnato, escogitato.

Di miscele fortunate tra musica e moda giovanile ne è piena la storia; Vivienne Westwood, così per fare un nome e scomodare icone. Ma senza arretrare troppo la linea del tempo, ed evitando di uscire dal seminato rap, basti pensare alla collaborazione di Eminem con la Nike, oppure all’azzardo tra i due rapper 50 cent /Jay Z e Reebok: volevano contrastare il dominio Nike/Adidas nel loro habitat naturale, vendettero 3,8 milioni di paia. Follia e visione. Di recente grandi numeri anche per Pharrell Williams, in cooperazione con Adidas, e per Kanye West, uno che trasforma in oro anche i mozziconi spenti in un posacenere. Ed è proprio dal rapper di Atlanta che iniziamo il nostro viaggio tra le migliori collaborazioni che vedremo nei prossimi mesi tra Rap e Fashion. YEEZY, Travis Scott e Golf Wang spaccheranno sicuro, ma non solo loro.

YEEZY e Kanye West

YEEZY è un nome che risuona famigliare agli amanti dello stile rap di oggi. Dire YEEZY vuol dire immaginare due insiemi intersecati tra Adidas e Kanye West. Una collaborazione che oramai si protrae da anni, iniziata nel 2015 con le Yeezy Boost 750 “Light Brown” e proseguita con altre paia che hanno imperversato nel mercato come le Yeezy Boost 350 “Turtle Dove”, le Yeezy Boost 350 v2 e le Yeezy 950. Per non farsi mancare nulla Kanye e il colosso Adidas hanno programmato anche un marchio di abbigliamento sempre firmato YEEZY. Oggi invece c’è grande attesa per l’uscita del prossimo paio di sneakers, le 350 v3. Dalle prime immagini trapelate sul web sembra che lo stile non si discosti di molto dai due precedenti modelli della serie 350, sia nell’utilizzo dei materiali che nell’ergonomia della scarpa. Stiamo a vedere, di solito la coppia non sbaglia un colpo.

YEEZY, Travis Scott, Golf Wang: Le collaborazioni rap che spaccheranno
Le nuove YEEZY saranno così?

Travis Scott x Nike Air Max

Alla ribalta da pochi anni ma già nell’olimpo dei rapper di oggi: il suo nome è Travis Scott, classe ’92, texano di Houston. Soprannominato La Flame, è uscito nel 2018 con un disco che ha colpito l’universo rap come un satellite impazzito: Astroworld. La sua caratura ormai planetaria non è potuta sfuggire allo sneakers game, e Travis sembra già impazzire per il suo ruolo di fashion rapper. Sono innumerevoli i prototipi usciti negli anni, impossibile catalogarli in poche righe. Ci basta pensare che la produzione non si ferma e sono pronte al lancio le nuove Nike Air Max 270 React firmate, ovviamente, dal rapper. Stilosissime e sneakers fino al midollo, usciranno nella primavera 2020. Saranno disponibili in diverse colorazioni, secondo le prime indiscrezioni in tre diverse tonalità: “Dark Hazel”, “Starfish” e “Light Cream”.  Per i più impazienti è in uscita anche una versione più invernale delle Air Jordan, le numero 6, caratterizzata da una pelle scamosciata in pelle color “oliva”, una suola traslucida e un bottone nascosto nel colletto della caviglia. Pazzie da artista.

Le Travis Scott x Air Jordan 6 color “oliva”

Def Jam x Puma

A 35 anni al giorno d’oggi si è giovani come l’acqua. La percezione cambia se si parla di un’etichetta discografica, per di più coinvolta nella produzione di dischi Rap/Hip Hop. La Def Jam è tra le label storiche del mondo underground americano e quest’anno compie 35 primavere, dopo aver contribuito al lancio di artisti come Beastie Boys e Public Enemy. Ovviamente c’è da santificare l’evento e al giorno d’oggi non vi è nulla di meglio che proiettare sul mercato una scarpa celebrativa. Ecco quindi la collaborazione con Puma per il lancio delle Puma Clyde Court, scarpa bordeaux, fighissima, appoggiata su una suola trasparente in gomma. Ergonomia avvolgente, linguetta con il giradischi di Def Jam e logo dorato impresso sul retro, accompagnato da una scritta: 1984. Il tempo passa, la classe no.

Wiz Khalifa x Bape

Fine luglio e poi termina la grande attesa. Stiamo parlando dell’incontro di gusti e dress code tra il rapper Wiz Khalifa e il marchio A Bathing Ape. Anche qui si tratta di una celebrazione: i 25 anni del marchio. Ecco quindi una capsule collection di tutto rispetto, comprendente felpe con cappuccio, felpe a girocollo, t-shirt a maniche corte. Il tutto o bianco o nero, con la sola variante delle stampe colorate. L’effetto travolgente di Wiz Khalifa ha portato anche a una rivisitazione del logo. Non troverete in questa collection una scimmietta imbronciata, anzi, vi stupirà con dread e occhialoni. Prevediamo stravendite.

GOLF WANG (Tyler The Creator) x Lacoste

Cosa ci azzeccano Lacoste e “Tyler, the creator”? Risposta secca: la percezione eterea del colore e della vita. Etereo, quasi spirituale, è l’imprinting cromatico e sonoro dell’ultimo disco di Tyler, “Igor”. Eterei sono i colori che hanno contraddistinto la produzione storica di Lacoste, immersa in immaginari tennistici à la Wes Anderson prima ancora di Wes Anderson. Quindi spazio al pastello, alla tinta sognante, come se davanti agli occhi avessimo un soffice velo di nebbia costante. Tyler non è un novizio nel mondo della moda, come dimostra la collaborazione con Converse. Cosa colpiva di quelle scarpe? Ammirate la suola e fatevi un’idea. Ora Tyler si avvicina a Lacoste e propone una linea di maglie e t-shirt con cui Mc Enroe sicuramente abbellirà il suo personale armadio. Consigliatissime se volete sentirvi come Richie Tenenbaum, ma leggermente più felice.

View this post on Instagram

GOLF le COSTE*: july 17th

A post shared by Tyler, The Creator (@feliciathegoat) on

Beastie Boys x Adidas

Va bene la novità, va bene il rap di oggi. Ma nella vita abbiamo bisogno anche di tornare alle vecchie abitudini, ai mostri sacri che ci indicarono al tempo la retta via. Per fortuna tra loro c’è qualcuno che si riversa nel futuro mantenendo fede al passato. Come i Beastie Boys, che, per inciso, quando partorirono “Paul’s Boutique” i rapper di oggi non erano nemmeno degli embrioni. E Paul’s Boutique è l’opera che Adidas omaggia con una scarpa celebrativa che andrà a ruba tra i meno giovani. Esce il 27 luglio ed è un atto di riverenza al mondo skate dei primi anni 90. Tomaia vegana, coloro chiaro e sporco, suola in gomma, il tutto condito dal logo “Beastie Boys” sull’etichetta. Fight for your right, come on!

Fedez x Diesel

Musicalmente probabilmente è discutibile, ma a livello di marketing e reputation non ha nulla da imparare da nessuno. Stiamo parlando di Fedez, rapper già noto per le innumerevoli collaborazioni con marchi di abbigliamento. Dalla primavera 2019 c’è un’altra freccia di stile nel suo arco da influencer: la capsule collection in collaborazione con Diesel, storico marchio italiano di tendenza. Presentata il 13 marzo al Diesel Store di Roma la collezione comprende 12 tipologie di capi; si va dalle giacche alle felpe, passando per t-shirt, jeans, cappellini e persino calze. Non si fa mancare nulla il rapper milanese che in questa nuova avventura cerca di miscelare il mondo del rap e dell’hip pop con alcune sortite rock, tra vintage, colori sgargianti e toppe volontarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *